All News

Giardino dei Tarocchi

05/04/2018

by Salvatore La Lota di Blasi

 

Il lato magico della Toscana.
Dagli Innamorati al Sole, dall’Imperatore al Papa e alla Temperanza. Ci sono tutti gli arcani maggiori che Niki de Saint Phalle, artista franco- statunitense, ha voluto ricreare nel Giardino dei Tarocchi, a Garavicchio, nei pressi di Pescia Fiorentina, frazione comunale di Capalbio. Un parco variopinto, inaugurato nel 1998, che unisce arte e architettura in una sola idea: realizzare il sogno magico e spirituale dell’artista. L’ ispirazione Niki l’ha ricevuta dopo aver visitato il Parque Guell di Gaudì a Barcellona e il Giardino di Bomarzo. È nata così una vera e propria cittadella toscana con ventidue imponenti figure ispirate agli arcani maggiori, fatte d’acciaio e cemento, ricoperti di vetri, specchi e ceramiche colorate. Un sito appetibile non solo per turisti comuni e storici dell’arte ma soprattutto per chiromanti ed esperti di esoterismo che una volta giunti nel Giardino vengono catturati da una forte e misteriosa energia. Ultima tappa di un percorso artistico, la realizzazione del parco a Capalbio segna l’abbandono dell’artista del Nouveau Réalisme e degli assemblaggi polimaterici per immergersi in una spasmodica dilatazione delle forme e nella solarità ispirata ai maestri del cromatismo, da Matisse a Picasso, da Kandinskij a Klee. Le visite, distribuite per un periodo che va da aprile ad ottobre di ogni anno, portano migliaia di visitatori a compiere una volta entrati un vero e proprio percorso iniziatico, il cui silenzio è interrotto solo dallo scricchiolio dei meccanismi che azionando le varie sculture le trasformano in simboli viventi. Un percorso che rimanda ad illustri precedenti come Bomarzo o il Palazzo ideale di Ferdinand Chevalen nella Drome, il Parco Guell o le Torri di Watts di Simon Rodia di Los Angeles. Con la differenza che nel Giardino dei Tarocchi l’arte e l’architettura insieme si esprimono nella presenza di un “Femminile materno e potente, carico di complessità simbolica di non casuale connessione (..) con i ‘calvari’ psichici e fisici dell’autrice”.

Contatti
www.ilgiardinodeitarocchi.it
www.nikidesaintphalle.com
Aperto dal 1 aprile al 15 ottobre,
dal lunedì alla domenica ore 14.30 – 19.30
Tel. 0564/895122
E-mail: arotg@tin.it