All News

Come proteggersi su internet

06/04/2018

 by Giovanni Cianferoni

 

Internet è diventato il tuo collegamento al mondo. Se possiedi un cellulare (chi non ce l’ha?), se hai un abbonamento alla televisione o semplicemente un contatore della corrente, che tu voglia o no sei collegato ad internet.
Questo significa che puoi essere monitorato da lontano da persone che possiedono l’accesso a questi canali. Ad esempio, dal consumo della luce è possibile capire se sei a casa o no, dai canali che guardi capire i tuoi gusti commerciali e politici e così via. Ma lo strumento che più ti lega al monitoraggio da parte di altri è senza dubbio il telefono cellulare. Questo apparato lo porti sempre con te, sia di giorno che di notte, trasmetti le tue comunicazioni anche più personali tramite voce o messaggi, in pratica un filo che ti lega perennemente ad un controllore che oltre a darti la connettività riceve le tue informazioni e ne controlla i gusti e le abitudini oltre a sapere sempre dove sei! Un esempio? Io ho una figlia che vive a New York, la distanza non mi permette di vederla spesso ed allora ci affidiamo ai mezzi tecnologici per comunicare.
Qualche anno fa iniziai a scambiare dei messaggi tramite WhatsApp (a quei tempi non era possibile parlare per voce attraverso questa App) dicendo che avrei voluto andare a sciare a Madonna di Campiglio ma i costi erano troppo alti. Una conversazione privata tra me e mia figlia, nessun social aperto, nessuna condivisione attivata.
Il giorno dopo aprendo Google mi appare sulla parte destra un banner che offriva una vacanza scontata, indovinate dove? A Madonna di Campiglio! Mi sono detto: che caso! Poi ho aperto Facebook e tra i post uno mi consigliava di andare a vedere un sito di offerte per vacanze invernali e questo incominciò ad insospettirmi. Avevano letto il mio messaggio personale in barba alla privacy, interpretato il significato del contenuto ed attivato la pubblicità sulla base delle mie necessità. A questo punto mi chiederete come si può difendere la propria privacy: in parte vi ho già risposto con gli esempi che vi ho raccontato, discrezione sui social, moderazione nelle conversazioni telefoniche ma se volete veramente evitare di essere controllati dovete seguire le istruzioni che vi darò nel prossimo articolo.