All News

Da Strada in Chianti a Firenze: la quinta e ultima tappa del viaggio lungo la Chiantigiana

28/06/2018

by Giulio Saturnini


Parte da Strada in Chianti l’ultimo tratto del viaggio lungo la Strada Regionale 222, che da Siena si insinua tra le colline chiantigiane per approdare finalmente a Firenze. Proprio al centro del paese, in piazza Landi, vale segnalare lo storico Pastificio artigianale Fabbri, che racchiude al suo interno anche un piccolo museo dedicato alla storia di questa produzione tradizionale.
Riprendendo la strada, all’altezza de “La Martellina”, troviamo il bivio per Impruneta. In meno di cinque minuti si arriva in piazza Buondelmonti, centro pulsante del paese che ospita la bella Basilica di Santa Maria all’Impruneta. L’ultima domenica di settembre, la stessa piazza tornerà ad animarsi in occasione della Festa dell’Uva, giunta quest’anno alla 92° edizione.
Le famose terracotte artistiche, tipiche dell’Impruneta, possono essere ammirate proprio lungo la Chiantigiana: nella location del “Giardino di Zago”, accanto alla sede dell’omonima azienda. Curva dopo curva si arriva all’Ugolino. Sfrecciando attraverso il campo da golf che da oltre 80 anni è il principale punto di riferimento per gli appassionati fiorentini e non solo, si inizia a discendere verso la città.
Prima di entrare nell’abitato di Grassina, passiamo accanto al Tabernacolo con la Madonna del Buon Viaggio, dipinto da Pietro Annigoni all’angolo della strada che porta all’antica chiesa di San Martino a Strada. Lungo il tratto ripolese della Strada Chiantigiana, un’altra piccola deviazione è consigliata all’altezza di Ponte a Ema. Da qui, una in pochi minuti si può raggiungere il trecentesco Oratorio di Santa Caterina delle Ruote.
Ancora pochi chilometri ed eccoci entrare nel Comune di Firenze, in piazza di Badia a Ripoli. Qui termina la Strada Chiantigiana e con essa il nostro viaggio in questo splendido pezzo di Toscana.